e-commerce

L’E-COMMERCE CRESCE IN ITALIA E IL SUO FUTURO E’ PROSPERO.

In Italia il mercato dell’e-commerce ha raggiunto un valore pari a circa 12 miliardi di euro, con un incremento del 18% nel valore delle vendite registrate nel corso del 2013 rispetto all’anno precedente.

Anche se i dati sono positivi, rispetto agli altri paesi ad economia avanzata, l’Italia ha ancora molta strada da percorrere. Il mercato dell’e-commerce negli Stati Uniti vale circa 290 miliardi di euro, in Giappone 83 miliardi, in UK 66 miliardi e 40 in Germania. Al di sopra dell’Italia si posizionano anche Francia e Spagna con, rispettivamente, 26 e 14 miliardi.

Tornando nei confini del nostro territorio nazionale, possiamo con certezza affermare che l’e-commerce è entrato a pieno titolo a far parte della vita di moltissimi italiani che effettuano abitualmente acquisti online. Secondo una ricerca dell’Osservatorio Multicanalità, condotta da Nielsen, Connexia e School of Management del Politecnico di Milano, nel 2013 sono stati ben 3,7 milioni gli italiani che hanno effettuato almeno 10 acquisti online. Ciò evidenzia quanto sia ormai una pratica consolidata e quasi interiorizzata dagli italiani.

I settori che più godono della crescita del mercato dell’e-commerce sono turismo, abbigliamento, elettronica e assicurazioni.

ecommerce-2013-osservatorio

QUALI TREND CARATTERIZZANO IL FUTURO DELL’E-COMMERCE?

Oggi non si può non chiamare in causa i device da utilizzare in mobilità. Il traffico da mobile, quindi da smartphone e tablet, nel 2013 ha sottratto ai dispositivi desktop una fetta considerevole al traffico internet, raggiungendo il 29% del traffico globale sui siti e-commerce, valore che sembra essere in crescita, se si considerano i dati dei primi mesi del 2014.

Gran parte delle transazioni sono effettuate dagli smartphone, dato confermato dal fatto che il mobile commerce è cresciuto del 254% nel 2013.
Lo smartphone è un dispositivo che ormai la maggior parte degli italiani possiede: è diventato il mezzo più comodo e veloce per reperire informazioni, per comunicare ed effettuare acquisti, approfittando del tempo libero.

Le web agency che non intendono affogare nel mobile divide sono costrette a ripensare la progettazione dei siti per i propri clienti: la web user experience è ormai dominata da applicazioni mobile dedicate a una fruizione e condivisione dati rapida e intuitiva.
Le attuali dinamiche di sviluppo degli e-commerce sono sempre più integrate a logiche social, le quali favoriscono una logica di “share & buy” fruibile soprattutto da smartphone.

Social network

Anche i sociaI network assumono un ruolo cardine nel futuro dell’e-commerce: rappresentano le social influence, influenzano cioè le scelte di consumo degli utenti. Come se non bastasse, sempre più spesso si sente parlare di social commerce, un’evoluzione dell’e-commerce che consiste in particolari piattaforme integrate ai social network, appositamente dedicate alla vendita. Molto probabilmente sia facebook che twitter ne saranno dotate in futuro.

Come importante trend del consolidamento dell’e-commerce nel 2014, bisogna tener conto di ciò che in lingua inglese viene chiamata Big Data, cioè la massa sempre crescente di dati (più o meno sensibili) generata da pc, tablet, smartphone, email e social media che è in attesa di essere analizzata, processata e utilizzata a vantaggio del marketing ed è fonte di inestimabile ricchezza per l’e-commerce.

ecommerce-mobile

Utilizzando i dati a loro disposizione, i siti e-commerce potranno offrire consigli personalizzati, rispondere alle esigenze di ogni utente, garantire chat per assistenza attive 24 ore su 24 e fornire una vera e propria guida su come procedere all’acquisto. Necessaria sarebbe la nascita di un sistema di customer care efficiente per soddisfare le richieste dei clienti e proporre le soluzioni adeguate ai loro problemi.

I siti e-commerce, per poter sopravvivere nella giungla selvaggia del web, non possono rinunciare a contenuti di qualità, elementi che siano distintivi rispetto ai competitor: descrizioni originali e accattivanti, immagini coinvolgenti e post di rilievo, meglio ancora se emozionali e impattanti, creati per non annoiare l’utente portandolo ad abbandonare la pagina.

Per finire è fondamentale curare la fase della consegna dei beni acquistati, ottimizzandone tempi e costi: chi acquista online ha, di solito, un’esigenza da soddisfare in maniera più o meno veloce, per questo motivo è bene che la consegna del prodotto acquistato sia rapida ed efficiente.

I feedback relativi alla customer satisfaction sono diventati più che mai fondamentali nell’epoca social: applicati alla web user experience sono un tassello fondamentale dell’e-commerce mobile, in grado di stabilire chi saprà adattarsi e cavalcare i nuovi scenari del commercio digitale e chi li subirà rimanendo in disparte sul palcoscenico delle vendite on line.

trend ecommerce

Campagne SEO e ADV non possono fare altro che dirigere l’e-commerce verso il successo. Attenzione però a differenziare il target desktop dal target mobile: il primo è caratterizzato da ricerche più lunghe, confronto di prezzi, sconti e offerte, il secondo è più rapido e più attratto da tecnologia e oggetti smart. Per questo si possono creare campagne ad hoc indirizzate ai due differenti target.

Un’ottima occasione di dare ciò che si desidera a chi lo desidera è il remarketing: targettizzare gli annunci e proporli al pubblico di incerti o esitanti.

E per i più insicuri, in futuro ci sarà l’opportunità di effettuare gli acquisti online in tranquillità: moltissime applicazioni di realtà aumentata potranno creare esperienze sensoriali eliminando le barriere tra l’acquisto e l’utente, come per esempio camerini virtuali per e-commerce d’abbigliamento.

Facebook
LinkedIn
Google+
https://magillaguerrilla.it/nuovi-scenari-dell-e-commerce-oltre-il-2014-mobile-social-e-big-data/
RSS
YouTube