I Mondiali di calcio 2014 si avvicinano, tutti ne parlano, il mondo li aspetta.

E noi ci ritroviamo, giorno dopo giorno, nel mare di messaggi pubblicitari degli sponsor della FIFA World Cup, che promuovono passione per il calcio, prodotti e valori dello sport.

Ci assalgono sui social media e i contenuti diventano virali, in un mondo che non comunica più solo su stampa e tv, ma dà spazio a video, condivisioni, like e fan. Sui social, infatti, impazzano hashtag e contest appositamente dedicati alla FIFA World Cup.

La FIFA World Cup 2014 impazza sul web. A meno di un mese dal calcio d’inizio la febbre del calcio si fa social.

 

Cocacola tuttisulcampo

 La storica Coca-Cola emoziona con la Happiness Flag di #tuttisulcampo.

Coca-Cola, sponsor ufficiale FIFA dal 1974, ha realizzato una limited edition formata da 8 lattine da collezione che rappresentano le 8 nazioni vincitrici dei mondiali dal 1930 ad oggi, ovvero: Argentina, Brasile, Francia, Germania, Inghilterra, Uruguay, Italia e Spagna.

Il brand, da sempre sostenitore dello sport e dei valori che rappresenta, non poteva fermarsi qui. Coca-Cola ha deciso di dare a tutti l’opportunità di essere presenti alla partita inaugurale dei mondiali, di essere in campo con la propria faccia e vivere il calcio d’inizio di un evento storico quale la FIFA World Cup. L’iniziativa di Coca Cola consiste, infatti, nella creazione di una grandissima bandiera, contenente le foto di tifosi e non, da sventolare in campo in occasione della prima partita dei mondiali 2014.

Condividendo la propria foto sulla bacheca Facebook di Coca Cola oppure su Twitter con l’apposito hashtag #tuttisulcampo, ragazzi e ragazze di ogni nazionalità, cultura, etnia, religione e lingua, saranno uniti in un’unica enorme bandiera, l’Happiness Flag.

La bandiera è disegnata dall’artista di strada brasiliano Speto, in collaborazione con l’artista argentino Tec, è grande quanto un intero campo di calcio, il più grande fotomosaico mai creato al mondo contenente i volti e i sorrisi di tutti i fan, che unirà i 5 continenti e renderà la Coppa del Mondo FIFA, #lacoppaditutti.

Becks concorso FIFA

L’Italia c’è con la birra

In Italia lo sponsor ufficiale è Beck’s. Il noto marchio di birra ha ideato il concorso “Stappa e vivi la finale di Rio” grazie al quale si può vincere il volo per Rio de Janeiro, soggiorno in hotel 5 stelle sulla spiaggia di Copacabana e, ovviamente, il biglietto di ingresso allo stadio Maracana in cui si terrà la partita conclusiva dei mondiali 2014. Inoltre proprio poche ore fa Beck’s ha dato inizio ad un altro concorso: diventa Reporter Beck’s e vinci la finale dei mondiali FIFA con soli 140 caratteri, concorso esclusivamente legato alla condivisione di tweet in cui viene chiesto ai partecipanti di raccontare l’emozione più forte mai provata, ovviamente in 140 caratteri. Le iniziative sono accese sui social e in tantissimi sono i partecipanti. @Beck’s Italia ha, palesemente affidato a Twitter tutta la comunicazione riguardante i mondiali.

Il nuovo canale social del brand nasce a fine marzo e, da social media prettamente conversazionale, ha assunto con Beck’s, caratteristiche più visual. Grazie a un’applicazione sviluppata da Ambito5, Beck’s ha accolto ogni nuovo follower con un’immagine personalizzata e un brindisi di benvenuto. Il brand ha annunciato la sponsorship con FIFA grazie al “Guerrilla art event”, show itinerante organizzato on the street nella Milano del Fuori Salone, in cui sei calciatori professionisti si sono esibiti nel freestyle e sono stati sfidati da altri ragazzi. Il risultato è stato la messa in scena di piccoli ed esilaranti spettacoli seguiti online dai followers che hanno interagito grazie all’hashtag appositamente creata per l’evento #BecksMoment. Assolutamente un modo non convenzionale di raccontare i Mondiali 2014, che si coniuga alla serie di tweet esclusivamente dedicati al Brasile e all’evento calcistico più atteso dell’anno, a partire dal profilo Beck’s Italia che ci mostra nell’header il Pão de Açúcar e l’Oceano Atlantico.

becks concorso twitter

 E nel resto del mondo?

Fantasiosa e sfacciata è la campagna di Playboy che ha lanciato la Play Pack limited edition: pacco di simpatici preservativi con l’immancabile coniglietto e i colori di sei delle squadre che parteciperanno ai mondiali, Argentina, Stati Uniti, Spagna, Germania, Brasile e Messico. Playboy non è un marchio scelto ad occhi chiusi nell’abisso di contendenti, è un eccentrico modo per promuovere l’utile e il dilettevole. In un paese in cui esiste la piaga del turismo sessuale, è opportuno promuovere il sesso sicuro in vista dei milioni di turisti in arrivo e delle prostitute che prendono lezioni di inglese per riuscire a capire i desideri dei loro futuri clienti. Playboy ha colpito nel segno.

McDonald’s non si è lasciata sfuggire l’occasione per promuovere i suoi deliziosi panini, offrendo, in Brasile, sette diversi tipi di hamburger, che coprono i sette giorni della settimana, riproponendo i gusti di sette nazioni partecipanti ai mondiali di calcio e piazzando su YouTube i video dei prodotti: McBrasil, McItalia, McEspanha, McAlemanha, McFranca, McArgentina e McEua.

mcdonalds FIFA 2014

Lasciando in disparte ciò che avviene in rete, sono otto i brand mondiali che hanno pagato il caro prezzo della televisione brasiliana. Emergono indiscrezioni secondo le quali le più grandi multinazionali mondiali hanno dato circa 600 milioni di dollari all’emittente brasiliana Globo per apparire prima, durante o dopo le partite di calcio. In tutto stiamo parlando di quasi 500 spot da 30 secondi e circa 1120 video.

Addirittura Papa Francesco è diventato testimonial involontario di uno spot argentino trasmesso da TvS Sports. Immagini riprese durante la visita del Papa in Brasile nel luglio 2013, che ha richiamato migliaia di persone sulla spiaggia di Copacabana, sono state montate insieme a spezzoni di partite di Messi, con uno slogan che recita “Se un argentino in Brasile ha fatto questo, figuriamoci 23”.

FIFA World Cup 2014

Anche star internazionali della musica come gli Iron Maiden sfruttano la visibilità che la FIFA World Cup crea attorno all’evento, mettendo in vendita, sul sito ufficiale, otto magliette con bandiera nazionale, Italia, Spagna, Inghilterra, Germania, Francia, Grecia, Belgio e Olanda, con il logo della band heavy metal.

Che altro aspettarsi? Que ganhem os melhores!

Facebook
LinkedIn
Google+
https://magillaguerrilla.it/mondiali-virali-hashtag-contest-fifa-world-cup-2014/
RSS
YouTube