Tra carrelli di kpi social & web e scaffali di strategie digitali, per la nuova #MagillAnalysis ci siamo interessati alla situazione del local marketing per supermercati. 

Chissà se nel nostro giro tra catene della gdo, a ridosso di Halloween, avremo fatto incetta di dolcetti o ci saremo ritrovati degli scherzetti?

(non ci siamo distratti alla ricerca di una zucca da intagliare, giuriamo!)

ATTIVITÀ FANTASMA O STRATEGIE DI LOCAL MARKETING PER SUPERMERCATI?

Meglio rifornirsi da chi fa le promozioni più convenienti o da chi offre la consegna a casa? Dove i prodotti freschi sono i migliori o dove si trova tutto-ma-proprio-tutto? Questa scelta è vostra: la #MagillAnalysis invece guarda con imparzialità i trend di ricerca, le performance web e i risultati Facebook, con particolare focus sulle logiche locali-digitali.

Le analisi sull’uso di strategie di local marketing per supermercati sono state rivolte a 5 grandi insegne, presenti in Italia con almeno 25 store fisici:

    • Bennet
    • Carrefour
    • Esselunga
    • Pam
    • Penny Market

 

Scopri se la tua catena preferita fa anche una buona attività digitale di local marketing: scarica ora la #MagillAnalysis gratuita!


scarica-magillanalysis-local-marketing-supermercati

Ottimo il lavoro di due player fra i suddetti, che sostanzialmente si contendono i migliori risultati sotto ciascuno degli aspetti considerati nei vari contesti.

Su Facebook, uno primeggia ampiamente per dimensione della base fan, interazioni complessive e maggior quantitativo di condivisioni, l’altro per engagement rate, totale di commenti ricevuti, service level e response time.

Spicca poi una terza realtà per crescita settimanale % media, probabile segnale di un primo / nuovo forte investimento in adv per aumento fanbase.

Il dualismo fra le stesse due catene si riscontra anche nelle performance web, sia lato paid che organico, e nelle ricerche utente. Sotto questo aspetto emerge che l’insegna complessivamente più cercata su Google presidia però solo 5 regioni in termini di interesse per sottoregione: in tutte le altre regioni, eccetto 2, sono i punti vendita della “maggior rivale” quelli più cercati.

Local-Marketing-Supermercati-interesse-sottoregione

In termini più strettamente inerenti l’approccio al local marketing per supermercati, se su Google ciascuna delle insegne considerate ha predisposto le schede MyBusiness, su Facebook soltanto nelle fanpage dei “soliti” player è presente e settata la tab Location… “Da paura”, insomma, questi due 😉

DIGITAL LOCAL MARKETING PER SUPERMERCATI: L’IMPORTANTE È USARE LA ZUCCA!

Digital #localmarketing per supermercati: un lavoro strategico, non un prodotto da scaffale! Condividi il Tweet

Indipendentemente dal settore e dal numero di negozi fisici, è determinante che ci sia sinergia tra online ed offline tanto quanto coerenza tra locale e globale. Niente di tutto ciò però è in vendita, neanche presso l’esercente più fornito: si tratta infatti del frutto di un lavoro strategico, completo e mirato sulla realtà specifica, posto alla base dell’attività di local marketing per supermercati – così come per altri franchising o retail.

Vuoi implementare o migliorare la tua strategia di local marketing aziendale? Contatta gli esperti di MagillaGuerrilla!

Facebook
LinkedIn
Google+
https://magillaguerrilla.it/local-marketing-supermercati-magillanalysis
RSS
YouTube