Qual è il Facebook Live Video più virale che avete seguito negli ultimi tempi?
Noi (e non solo noi) siamo rimasti rapiti dall’iniziativa de La parte strana dell’Internet, il cui team ha messo on line il 24 ottobre alle ore 19.00 un live streaming che è attualmente attivo sulla pagina Facebook LPSDI e ha generato oltre 50 mila condivisioni e oltre 162 mila interazioni.

engagement La parte strana dell'internet

Il grafico rappresenta l’engagement generato dal live streaming su LPSDI

Oggi vi raccontiamo la loro community e il punto di vista degli amministratori sulla viralità al tempo dei social.

FACEBOOK VIDEO LIVE: INTERVISTA A LA PARTE STRANA DELL’INTERNET

LPSDI: Allora, come dire… Partiamo dall’inizio!
La pagina è stata creata a settembre del 2015 da alcuni amministratori de “La fabbrica del degrado” ed altre persone. L’intento è, come dice il nome, condividere tutto ciò che è “strano” presente nella rete, tra video ed immagini che, spesso, per le loro “stranezze” provocano ilarità e stupore. Cerchiamo sempre di condividere contenuti inediti o comunque poco visti in giro per l’internet. La cosa bella è che, pur essendo una pagina italiana, è aperta ad un pubblico internazionale in quanto raramente facciamo uso di testi o “meme”, sono le immagini e i video a parlare da soli o, meglio, possono essere interpretati dal pubblico in modi differenti.

Quali possono essere le conseguenze di una lunga esposizione al live di George? E per lunga intendiamo almeno più di un’ora consecutiva.
LPSDI: Beh mentre rispondo sto svitando una penna e la guardo da più di 92 ore. Altri sintomi sono stato d’ipnosi, allucinazioni, suono GNIK GNIK che rimane in testa per tutta la notte e non ti fa dormire.
Tutto nella norma, insomma.

Qual è il commento più bello che avete ricevuto durante il live?
LPSDI: Il commento più bello è sicuramente quello di un geniaccio che ha creato un profilo, lo ha chiamato come il personaggio del live, George Hautecourt, e ha scritto “Perché continuate a guardarmi senza un senso? Lasciatemi svitare in santa pace”.

Come vi è venuta l’idea del live?
LPSDI: L’idea mi è venuta in bagno dopo aver dimenticato il telefono in sala. Con qualche viaggio mentale devo aver associato gli ingredienti dello shampoo agli Aristogatti, che mi hanno fatto venire in mente il loop di George Hautecourt che svita la penna (già presente su YouTube). Il modo con il quale il mio cervello ha pensato di mettere questo video in loop in un live mi è tuttavia sconosciuto.

Teoricamente i Facebook Live non possono durare più di 4 ore. Eppure voi siete on line dal 24 di ottobre. Qual è il vostro segreto?
LPSDI: Il nostro segreto è frutto di anni di studi e purtroppo non possiamo rivelarlo.

Che cos’è nel 2016 la viralità?
LPSDI: La viralità è un fenomeno abbastanza strano ed è una stretta conseguenza della globalizzazione. Ovvero, ormai in molti abbiamo uno smartphone o una connessione internet, il social è diventato una quotidianità. A voler avere una libera interpretazione del pensiero di McLuhan, lo smartphone, quindi anche il social, è un estensione del corpo nello spazio e nel tempo che ci permette di accorciare le distanze e i tempi appunto. Grazie a tutto ciò qualsiasi cosa può diventare virale, qualsiasi cosa che viene proposta ad un pubblico e piace, anche la più stupida può fare il giro del mondo in poco tempo e, quindi, diventare virale. Potremmo anche dire che la viralità nel 2016 è, ad esempio, sentir parlare la gente dal vivo di ciò che ha visto su Facebook. Ovviamente un contenuto o un format “originale” che piace ed è diventato virale viene poi emulato da altri per cavalcare quella scia di viralità, se vogliamo chiamarla così.

Come va a finire il live?
LPSDI: Il live NON terminerà.

 

Facebook
LinkedIn
Google+
https://magillaguerrilla.it/facebook-video-live-george/
RSS
YouTube

Workplace by Facebook: testare per credere!

Facebook, il Re di tutte le distrazioni ha finalmente trovato la soluzione per non farci perdere tempo tra foto delle vacanze e post di ringraziamento di auguri quando siamo in ufficio: si chiama Workplace by Facebook, ed è il nuovo strumento per organizzare e gestire il lavoro in ambito aziendale.

Leggi tutto