Mi conviene aprire una pagina Facebook per il mio salone di parrucchieria? Avrò più clienti grazie a una pagina Facebook? E se poi le clienti mi iniziassero a scrivere sulla pagina Facebook per gli appuntamenti alle 2 di notte: cosa dovrei fare?
Qualsiasi buon imprenditore e/o negoziante dovrebbe maturare dei seri dubbi prima di aprire a caso una pagina Facebook per la sua azienda, in quanto gestire una pagina Facebook vuol dire fare un investimento di risorse economiche e umane per far crescere il proprio business.
Nel caso in cui, dopo una attenta riflessione sulla risorse da impiegare per la gestione della propria promozione on line, avessi scelto di presidiare Facebook, abbiamo preparato per te una guida in dieci step per spiegarti il funzionamento di Facebook Location

1. Come aprire una pagina Facebook aziendale per il tuo negozio

Aprire una pagina Facebook per la propria azienda e/o per la propria attività commerciale è molto semplice, soprattutto se la procedura è eseguita da desktop.
Per aprire una pagina aziendale è sufficiente cliccare su questo link >> Apri una pagina Facebook << e seguire la procedura guidata di Facebook, inserendo informazioni veritiere sulla tua attività.

Usa il logo della tua azienda come “foto profilo” e scegli come immagine copertina una foto dal taglio orizzontale utile a raccontare una specificità del tuo business.
Questa nostra guida è dedicata alle attività locali, singoli negozi oppure franchising, per questo motivo, passiamo a una serie di esempi concreti ripresi da attività locali

La scelta dell’immagine di copertina giusta per la nostra attività non riposa tanto nel sapere tecnico quanto in quello strategico: ovvero non dobbiamo scegliere la nostra immagine di copertina e, in generale, la nostra identità visuale  SOLO sulla base delle dimensioni delle immagini social. Dobbiamo sceglierle sulla base delle singolarità che contraddistinguono il nostro business.

Ecco perché potrebbe risultare una strategia vincente raccontare il proprio staff, i propri gusti di yogurt, i propri orari di chiusura straordinaria o, più semplicemente, il nostro prodotto di punta.
Scegliamo un set up visuale semplice e diretto: stiamo aprendo la pagina Facebook di una attività commerciale che ha bisogno di vendere. Prima di intraprendere inutili voli pindarici lavoriamo su un set up visuale base utile agli utenti che vogliono recarsi presso il nostro negozio

2. Facebook Local Pages: qual è il giusto set up?

Dopo aver aperto la nostra pagina Facebook, aver inserito foto profilo e copertina, è necessario inserire una breve descrizione dell’attività commerciale.
Cosa dovremmo scrivere nella descrizione della nostra attività commerciale? Senza scomodare i sommi poeti, se vendiamo scarpe, diciamolo. Se tagliamo capelli, confessiamolo. Cerchiamo di essere il più diretti possibile. E non fermiamoci al solo inserimento della descrizione dell’attività commerciale.
Orari di apertura, numero di telefono, possibilità di parcheggio e indirizzo esatto sono informazioni base spesso trascurate da chi apre una fan page Facebook per una azienda locale.
Spesso si può essere tentati dal pensiero “Beh, ma tanto mi conoscono, che bisogno ci sarà di essere così fiscali proprio qui su Facebook dove la gente va solo per caXXXXXXare?”.

Ogni qual volta questo pensiero attraverserà la tua mente, rifuggilo. Caccialo via. Gli utenti reagiscono all’atteggiamento che tu stesso dimostri nel tuo lavoro: inserendo informazioni sommarie, raccoglierai feedback sommari di persone che, seppur inizialmente interessate alla tua attività, la valuteranno come poco seria o affidabile, dato che le informazioni base per raggiungerla sono inesatte o incomplete.

Di seguito puoi osservare l’anteprima di una scheda “informazioni/about” di una attività local dove sono stati indicati orari di apertura, chiusura e relativa opportunità di parcheggio.

Mercatopoli Cerea Area About Facebook

3. Categoria di pagina Facebook: un breve ma fondamentale check up

Sei sicuro di aver inserito in maniera corretta la categoria e le sottocategorie della tua pagina?
Per ciò che concerne la lingua italiana, la scelta è davvero limitata (Mark, qui al punto 3 ti stiamo sottilmente implorando di estendere la semantica delle categoria di pagina).categoria di pagina facebook location
Ricorda queste due regole base: se parliamo di “azienda locale”, la categoria principale della tua pagina local deve essere “local business” e/o “impresa locale”.

Le sotto-categorie inserite potrebbero portare con un clic il tuo cliente presso un marchio concorrente (provare per credere).
Se gestisci la pagina aziendale di un salone di bellezza, controlla che le categorie apparentemente generiche che hai inserito nell’area informazioni della tua pagina non corrispondano al nome proprio di un tuo competitor. So che può sembrare scontato, ma non puoi immaginare quante pagine visioniamo ogni giorno come consulenti e ci troviamo a dover correggere questo errore.
Fatti furbo: ci vogliono 30 secondi. Vai sull’area informazioni della tua pagina Facebook e clicca sulle categorie: controlla il risultato per ogni singolo clic e se il risultato non è aderente al tuo business, rimuovilo. Meglio una categoria in meno che una opportunità di visibilità sbagliata in più.
Quando compili le categorie di appartenenza della tua pagina ricorda sempre che

  •  La categoria principale è un parametro utile a Facebook per inserirti in maniera aderente nei risultati delle ricerche utente.
  •  La categoria principale è un paramento utile a un utente che sta conducendo una ricerca su Facebook per restringere i propri risultati di ricerca (vedi screen)
  • L’utilizzo non strategico di categoria secondaria potrebbe condurre utenti in target su binari molto divergenti rispetto alla tua attività commerciale.anteprima di ricerca Facebook

4. Username per una pagina Facebook per aziende e attività local: è importante?

Nell’area “about /informazioni”della tua pagina Facebook Local troverai la voce “username”: non procrastinare il riempimento di questa voce, in quanto è tanto semplice quanto utile.
Lo username di una pagina Facebook non è altro che la personalizzazione della url, ovvero la parte che segue il canonico facebook.com/username.
Un piccolo tips sulla scelta di nome e username per la tua pagina: cerca di dare alla tua pagina username e nome attività uguali o quanto meno simili e ricorda che siamo su Facebook, non dal commercialista. Non è necessario riportare “srl”, “spa” o simili all’interno del nome pagina o dello username.
Quanto ti sembra squisitamente social il contenuto di una pagina che si chiama “ Rose Rosse Srl”?
Fratelli peruzzi SRL

Personalizzare lo username della tua pagina è utile soprattutto dal punto di vista della ricerca Facebook: una mancata personalizzazione della url impedisce alla tua pagina di essere “oggetto di crawling” ovvero “esplorata e catalogata a dovere da Facebook”.

5. I tuoi clienti possono davvero raggiungere il negozio attraverso Facebook Location?

Dietro questa domanda apparentemente banale, si nasconde una funzionalità mobile molto semplice, che sarebbe opportuno rivedere insieme per capire come stiamo usando la nostra pagina.
Le pagine aziendali Facebook permettono di inserire della “call to action” dirette per chiamare o raggiungere il nostro punto vendita.
Se da desktop il tasto “chiama ora”, “ chiedi informazioni”, “prenota”, “ricevi indicazioni stradali” gioca un ruolo secondario, da mobile la presenza di questo bottone è quasi prepotente.

Se abbiamo inserito correttamente le informazioni riguardanti la nostra pagina e abbiamo scelto una call to action utile come “chiama ora”, osservando la nostra pagina da mobile, noteremo come con un semplice clic sia possibile chiamare direttamente il nostro negozio.
La risposta è quindi sì: attraverso il set up corretto di una pagina Facebook local è possibile chiamare, prenotare e/o raggiungere direttamente la nostra attività commerciale.

maison de parfume

6. Posso sapere quante persone hanno chiamato il mio negozio grazie a Facebook Location?

La risposta è “assolutamente sì”. Dopo aver verificato la correttezza del set up della tua pagina Facebook, puoi misurarne le performance.
Nell’area “Insights/Action on page” (in italiano “Insights/Azioni su pagina”) puoi sapere

  • Quante persone hanno usato il pulsante di call to action sulla tua pagina
  • Quante persone hanno usato la tua pagina Facebook per chiamare la tua attività
  • Quante persone hanno visitato il tuo sito web a partire dalla tua pagina Facebook

Oltre al mero numero quantitativo, proprio come Google My Business, Facebook Location mette a disposizione una panoramica demografica sulla tipologia di persone che ha interagito con la tua pagina.
In questo modo potrai capire come il tuo pubblico usa la tua pagina Facebook e magari riorganizzare i turni del customer care sulla base dei dati della tua pagina.

7. Ci sono davvero persone “vicine” alla mia attività locale su Facebook?

local business insights

La risposta a questa domanda dipende dalla tua strategia e dai tuoi obiettivi. Se la tua attività locale vende solo off-line e attraverso una solida politica di advertising hai selezionato un pubblico in target, puoi verificare l’origine geografica del tuo pubblico attraverso l’area “Insight/Local”, una tab Facebook disponibile solo per gli amministratori di pagina dedicata alle attività locali.
Grazie a questa tab puoi conoscere

  • Le migliori performance degli annunci pubblicati rispetto al pubblico locale
  • Il trend delle persone registrate su Facebook che si trovano nei pressi della tua attività ( trend orario e settimanale)
  • Il numero delle persone che si sono registrate presso la tua attività commerciale tramite la funzione di “check in”

Facebook Local pages: meglio check-in, fan, recensioni o engagement?

diventa ricco con Facebook

Aprire una pagina Facebook per la nostra attività commerciale non deve essere il nostro fine strategico: aprire una pagina Facebook per la nostra attività commerciale è un mezzo per raggiungere obiettivi strategici. Tali obiettivi possono essere misurati attraverso traguardi performativi intermedi.
Quali sono i traguardi più utili da misurare? Stabilire quali sono le metriche più utili per la nostra pagina Facebook dipende dalla nostra strategia di marketing.
In generale però è utile ricordare che ci sono attività più “pesanti” e attività più “leggere” che gli utenti possono svolgere su Facebook.
Essere fan di una determinata attività commerciale non vuol dire partecipare attivamente ai contenuti pubblicati. Essere fan è un clic da parte di un utente che potrebbe anche non partecipare mai ai post della community e che potrebbe tranquillamente non recarsi mai presso la nostra attività commerciale.
Per una pagina Facebook, avere molti fan dovrebbe essere solo un obiettivo secondario nel panorama delle metriche davvero utili.

Partecipare in maniera attiva ai post pubblicati sulla pagina aziendale della nostra attività commerciale è una attività che richiede tempo e dedizione da parte dei fan (soprattutto se la partecipazione va ben oltre una reaction).
Per questo motivo ottenere engagement sulla pagina di una attività commerciale dovrebbe essere un obiettivo più importante rispetto al mero “essere fan”.fan-pagina facebook
Check-in e recensioni non sono una metrica quanto un obiettivo intermedio all’interno di una più strutturata strategia di marketing. Ottenere check-in vuol dire aver portato fisicamente un utente nel nostro punto vendita e aver fatto in modo che l’utente fosse motivato a renderlo pubblico.
Il check-in, se non eseguito da un utente con la volontà di mentire pubblicamente (Facebook non impedisce agli utenti di geolocalizzarsi in un luogo in cui non sono fisicamente), è una metrica importante per stabilire quanti sono realmente gli user digitali che frequentano la nostra attività commerciale.

Una volta eseguito un check-in o registrazione, Facebook ci invita entro 24-48 ore a recensire il luogo che abbiamo visitato.
Ottenere una recensione, in teoria, vuol dire ottenere un feedback diretto da chi ha davvero fruito dei nostri servizi: un feedback utile per innescare un passaparola positivo sul nostro negozio.
Non è importante il numero di check-in o il numero di recensioni ottenute, anche se un maggior numero di recensioni positive ci aiuta ad essere più visibili nella ricerca locale di Facebook: ciò che è fondamentale è ricevere check-in e recensioni in linea con quelle che sono le promesse che abbiamo fatto ai nostri clienti nel momento in cui li abbiamo portati presso la nostra attività.

Comunicare ciò che non siamo vuol dire rompere una promessa con i nostri potenziali clienti che useranno le recensioni Facebook per punirci.
Ciò potrebbe avvenire anche se abbiamo fatto del nostro meglio per soddisfare al massimo le richieste dei nostri clienti. Le recensioni Facebook sono un prodotto ibrido che non può essere rimosso dalla nostra pagina Facebook: dobbiamo mantenerle nella buona e nella cattiva sorte.
Ciò che dobbiamo saper fare è gestire sia le buone sia le cattive recensioni non per un mero aspetto quantitativo, ma per fare in modo che il passaparola che si crea grazie all’opinione dei nostri clienti diventi un vero e proprio legame di fiducia e positività con chi non ci conosce.
In sostanza, non cristallizziamoci sui fan dei nostri competitors, ma cerchiamo di capire quali sono le leve alla base del buzz che lo circonda.

9. Facebook Local pages: come verificare la propria attività locale

Se hai letto con attenzione questa mini guida, avrai notato che abbiamo fatto più volte riferimento ai risultati di ricerca di Facebook e alle strategie per comparire prima delle attività dei competitors.
Fra le varie azioni da intraprendere, la verifica della pagina è una attività da aggiungere in check list.
Per prima cosa, chiariamo il concetto di verifica di una pagina Facebook per una attività locale: non stiamo parlando della cosìdetta spunta BLU per pagine verificate.
Ciò di cui stiamo parlando è l’attribuzione della spunta grigia per local business.
Alleghiamo sotto una foto per chiarezza.
magilla guerrilla pagina facebook local per aziende

Verificare una pagina Facebook per una attività locale è molto semplice: basta seguire i seguenti step

  1. Aprire l’area Impostazioni/Generali della propria pagina Facebook;
  2. Consultare le voci sul lato destro del menù di amministrazione fino ad arrivare al comando “ verifica pagina”;
  3. Aprire il comando di “ verifica pagina” cliccando il tasto “modifica/edit”;
  4. Seguire le istruzioni per procedere alla verifica, ovvero inserire il numero di telefono dell’azienda e attendere 30 secondi per ricevere la chiamata automatica di Facebook.

Durante questa breve chiamata ti verrà comunicato un codice numerico da inserire all’interno della voce “codice numerico” nel back-end della tua pagina Facebook.
Se dovessero verificarsi problemi tecnici durante questo tipo di procedura, è sufficiente cliccare su “verifica questa attività attraverso altri documenti”.
Si aprirà una guida con un elenco dei documenti utili a verificare la propria pagina Facebook (es. bolletta del telefono).
Entro 48 ore, se non ci saranno problemi legati alla documentazione inviata, la tua pagina Facebook verrà insignita della mitica spunta grigia.
magilla guerrilla verifica pagina aziendale

10. Facebook Location per Franchising: come gestire location multiple

E se il tuo non è solo un singolo salone di bellezza o un singolo negozio di abbigliamento? Facebook, proprio come ha fatto Google con il programma Google My Business per Franchising, ha predisposto una feature speciale per la gestione di location multiple.

facebook location per franchising

Facebook Location per franchising è il programma che Facebook mette a disposizione per gestire in maniera “semplificata” i punti vendita di una determinata catena.
Il termine “ gestione semplificata” è volutamente virgolettato, in quanto i bug della funzionalità sono ancora estremamente pesanti.
Per attivare la gestione di multiple location, è necessario fare richiesta all’assistenza di Facebook attraverso questo link.
In questo modo la vostra attività commerciale assumerà una alberatura local in cui la pagina “brand” sta a capo dell’intera ramificazione delle pagine delle singole attività locali.

Questo tipo di struttura è vantaggiosa sia dal punto di vista del franchising sia dal punto di vista della singola attività.
Dal punto di vista del franchising c’è un controllo centralizzato delle attività di posting: ad esempio si può scegliere di “mostrare” (mostrare e NON pubblicare) i post della pagina di brand su tutte le pagine locali, oppure si può scegliere di mostrare i post di brand solo sulle pagine che non hanno una vera e propria gestione.

La pagina di brand ha accesso a tutti gli insight delle singole pagine: in questo modo può supportare in maniera personalizzata le pagine che funzionano peggio consultando i dati in tempo reale senza dover richiedere continue autorizzazioni.
La pagina di brand può supportare le singole pagine attraverso attività di community management in tempo reale, in quanto può intervenire sui singoli commenti delle singole pagine e spiegare le policy aziendali senza dover delegare questa necessità al singolo punto vendita.
I singoli punti vendita acquisiscono visibilità attraverso la pagina madre, che fra le sue tab annovererà quella denominata “location”, una tab visibile da mobile, in grado di mostrare agli utenti il punto vendita geograficamente più vicino.

I singoli punti vendita non avranno bisogno di dover fare un set up iniziale della propria pagine: le attività locali inserite nell’alberatura social del franchising ereditano le impostazioni base della pagine di brand. Così i singoli punti vendita dovranno ottimizzare solo le informazioni locali.
Grazie all’alberatura local, i singoli punti vendita compariranno in maniera ufficiale nei risultati di ricerca Facebook nel momento in cui un utente fa una ricerca per marchio: ciò vuol dire che i singoli punti vendita potranno sfruttare la popolarità del brand “bandiera” per essere più visibili agli occhi degli utenti geograficamente vicini al proprio negozio.
Questi sono solo alcuni dei vantaggi del programma per franchising di Facebook: ogni caso merita di essere studiato in maniera singola per poter trarre il meglio dalle nuove funzionalità del social di Mark Zuckerberg.

Se sei arrivato alla fine di questo post sei stato estremamente paziente: sappiamo bene che questa guida è lunga e articolata, ma volevamo essere certi di poter condividere con te almeno le basi per una corretta comprensione del sistema Facebook Location per negozi e franchising.

Qui una infografica riassuntiva della nostra miniguida. [ Puoi scaricare  ora l’infografica riassuntiva da qui ]Come funziona Facebook Location infografica


Questo articolo è la quarta puntata di un progetto di content marketing che MagillaGuerrilla aggiornerà regolarmente sul tema del local marketing, al fine di fare chiarezza attraverso contenuti utili e diretti sui sistemi di promozione dedicati al mondo franchising e retail, in vista del Local Marketing Day: un evento esclusivo e su invito rivolto a manager di franchising & retail, che abbiamo organizzato per il 28/11/2017 a Milano. Per ulteriori informazioni sull’evento e inviare richiesta di partecipazione >> compila il modulo Local Marketing Day <<

Qui puoi trovare le nostre “puntate precedenti” sulle strategie di promozione digitale per attività locali

  1. Come aprire e promuovere un franchising on line
  2. Google My Business in 10 punti
  3. Strategie di local marketing per ristoranti

Vuoi approfondire il mondo del local marketing? Contattaci per una consulenza strategica!


Vuoi conoscere la nostra esperienza sul local marketing?
Roadhouse Local Marketing Strategy   Baby Bazar: i negozi usato bambino        mercatopoli local marketing


Ci vediamo alla nostra prossima puntata sulle strategie di Digital Local Marketing!

Facebook
LinkedIn
Google+
https://magillaguerrilla.it/facebook-location-negozi-franchising
RSS
YouTube

#SMStrategies: il curioso caso di Facebook Local e Business Manager

“Il mistero dà fuoco e tensione a ogni nostra parola.” – Thomas Mann (… ma anche i continui cambiamenti di Facebook non scherzano!) Gestire le pagine local con il Business Manager senza impazzire è possibile? Valentina Vellucci porta MagillaGuerrilla al tavolo dei relatori di Social Media Strategies, per un intervento dedicato a Facebook Local search e […]

Leggi tutto