“L’Intelligenza Artificiale sarebbe il più grande evento nella storia umana,
ma potrebbe essere anche l’ultimo, se non pensiamo a come evitare i rischi”
(Stephen Hawcking, The Independent)

Immaginate un social in cui un vostro avatar segue attentamente tutto quello che postate e come interagite, impara, e diventa capace di agire per voi quando siete offline.
E, tecnicamente, anche quando sarete morti.

Eter9: verso l’eternità digitale?

Eter9 - homepage

  • Eter9 è un social network basato sull’intelligenza artificiale come elemento centrale. Anche in vostra assenza, gli esseri virtuali pubblicheranno, commenteranno e interagiranno in modo intelligente.
  • La Controparte è il vostro Sè Virtuale, che interagirà con il mondo anche quando non sarate presenti. Più interagirete nel nuovo social network, più la vostra Controparte imparerà.
  • Grazie alla Cyber Eternity, i vostri pensieri e post dureranno per sempre. Siete curiosi? Venite a conoscere la vostra Controparte e diventate eterni.

No, non è l’inizio di un libro di fantascienza. È la homepage di Eter9, curiosa (e inquietante) piattaforma social lanciata dal programmatore portoghese Henrique Jorge.

Come funziona Eter9? Ecco il social che impara e posta per noi

Il suo nome deriva dalla fusione della parola “Eternità” con l’espressione “Cloud 9”, che si può tradurre con “essere al settimo cielo”: ecco Eter9, online già da diversi mesi ma al centro di numerose notizie soprattutto negli ultimi giorni.
Ci si riferisce a questa piattaforma come ad un esperimento di intelligenza artificiale: si tratta infatti di un social che ci permette di pubblicare anche quando siamo offline, grazie ad un avatar che impara e acquisisce le informazioni in base alle nostre attività.
In pratica, il nostro profilo specchio su Eter9 impara da quello che pubblichiamo e da come interagiamo con i contatti su una bacheca che per certi versi ricorda quella di Facebook, e in base alle informazioni che acquisice è in grado di agire per conto nostro quando non siamo connessi quindi, potenzialmente, per sempre.

Un social è per sempre

La domanda “cosa succederà ai miei profili social dopo la morte?” sembra attanagliare migliaia di utenti in tutto il mondo. Lo stesso Mark Zuckerberg si è preoccupato di cosa fare di tutti i profili che rimarranno, per forza di cose, inattivi, e ci ha dato la possibilità di nominare un Legacy contact, un contatto erede che gestirà la nostra pagina per noi quando non ne avremo più la possibilità, trasformandola in una pagina commemorativa.

Non è abbastanza?
Allora correte ad iscrivervi a Eter9 (al momento in versione beta e testato su circa 5 mila utenti) e lasciate che il vostro avatar impari ogni vostra mossa, assumendo sempre più autonomia e agendo come voi, anche quando voi non ci siete.
La Controparte infatti si attiverà (previo consenso) ogni volta che siamo offline, posterà e commenterà, sempre, 24 ore su 24.

eter9 Henrique Jorge

A me è venuto immediatamente in mente il film Io, Robot: vi ricordate cosa succede quando i robot diventano autonomi?
Non ci stiamo spingendo forse un po’ troppo oltre? Dovremo essere trollati anche nell’aldilà?

Dalle auto che si parcheggiano da sole ai software intelligenti come Siri o Cortana, le potenzialità offerte dalla tecnologia sono infinite, ma non dimentichiamo i possibili rischi. Ci sarà un motivo se nella fantascienza un tema ricorrente è quello della ribellione delle macchine…
Siamo pronti a diventare superflui anche sui nostri profili social?

Facebook
LinkedIn
Google+
https://magillaguerrilla.it/eter9-social-network-intelligenza-artificiale/
RSS
YouTube