Raccontare Bologna attraverso gli occhi di chi la vive: ecco in cosa consiste il progetto #MyBologna. Ce ne parla la nostra Magilla Nicoletta Masetti Calzolari, che insieme ad altri 13 igers co-gestisce il profilo Instagram del Comune di Bologna.

Ciao Nicoletta! Presentati.
Ciao 🙂 Nicoletta nella realtà, più facilmente mi troverete come Niky o @snwoppetta sui social! Sono appassionata del mondo digital, ambito nel quale ho anche la fortuna di lavorare quotidianamente, e di phoneography, ovvero la fotografia tramite cellulare.

Attualmente faccio parte di uno speciale “esperimento social” del Comune di Bologna, cui va riconosciuto un grande merito: essere all’avanguardia nel panorama 2.0! E’ stato infatti il primo comune italiano sia a lanciare un’attività del genere, seguito poi da altre città, sia a prevederne ed attuarne l’evoluzione.

Raccontaci in meno di 50 parole in cosa consiste il progetto “#MyBologna”.
Nel 2014 il Comune si è aperto ai cittadini, affidando loro l’uso del suo profilo Instagram, secondo una rotazione settimanale; nel 2015 è stato creato un Social Media Team Diffuso: in 14 igers co-gestiamo il profilo ufficiale @Twiperbole fotografando e quindi raccontando quotidianamente la nostra #MyBologna!

Quali sono gli obiettivi di questo progetto di storytelling?
#MyBologna vuole avvicinare le persone alla pubblica amministrazione, rendendole parte attiva, valorizzando sia le loro capacità sia la loro visione della città: un modo per mostrare Bologna (non solo) ai cittadini… tramite altri cittadini!

Chi sono i tuoi collaboratori?
Siamo un gruppo di 14 igers bolognesi, di nascita o di adozione, accomunati dalla passione per Instagram e dall’amore per la nostra città. Eccoci, in ordine assolutamente… @lfabetico:
@binbaa Silvia Canini
@enricalazzarini Enrica Lazzarini
@francescafabbri Francesca Fabbri
@ilovebologna Patrizia Ragno
@itsoriana_ Oriana Lang
@jane_birkin Ramona Marsico
@mental_shot Cinzia Gabriele
@michelazingone Michela Zingone
@mirehoracio Alfredo Carbone
@pettister Andrea Petti
@snwoppetta Nicoletta Masetti Calzolari
@soffiatromba Fabrizio Dell’Atti
@stefanoaluigi Stefano Aluigi
@thelittlebean Matteo Fagiolino

Last but not least, Luca Zanelli, il social media manager del Comune, ideatore, organizzatore e coordinatore dell’intero progetto.
Siamo stati quasi tutti scelti dopo aver svolto l’attività #MyBologna lo scorso anno: all’epoca ognuno aveva a disposizione 1 settimana per mostrare la città coi propri occhi, ora abbiamo l’opportunità di creare un racconto collettivo, continuo e multisfaccettato!

Raccontaci la tua giornata tipo da quando è iniziato il progetto.
La mia giornata tipo? Semplice: cerco di guardare sempre con occhi nuovi tutto ciò che mi circonda 🙂 Ed è per questo che le foto del team non sono uguali anche quando raffigurano lo stesso soggetto: cerchiamo sempre di raccontarlo in modo diverso. Da un punto di vista più pratico, ci siamo coordinati molto bene all’avvio del progetto tramite documenti condivisi, calendari comuni e app per tenerci in contatto: comunichiamo costantemente per gestire le pubblicazioni, chiederci suggerimenti ed organizzarci in caso di eventi… eh sì, perchè grazie a Luca, il nostro supporto “istituzionale”, possiamo partecipare ad eventi speciali, come l’anteprima della mostra di Escher a Palazzo Albergati di stasera 11 marzo!

Su quali canali possiamo seguire il progetto?
Naturalmente la piattaforma principale è Instagram: il profilo ufficiale del Comune di Bologna è @Twiperbole. Tutte le foto sono presenti anche sul Tumblr del progetto e, inoltre, vengono spesso riproposte sulla pagina Facebook ed il profilo Twitter, per permetterne la visione anche agli utenti che non utilizzano Instagram.

Twiperbole Instagram

Puoi darci qualche numero?
Certo, da quando sono in MagillaGuerrilla le attività di monitoraggio, analisi e dintorni sono il mio pane quotidiano. Dal 16 gennaio ad oggi abbiamo pubblicato 165 contenuti fra foto e video, con un engagement totale di quasi 32400 like + commenti (per una media di circa 200 interazioni a post). In meno di 2 mesi, poi, i follower del profilo sono aumentati di un migliaio di persone: ora siamo a 3565, lascio a voi il calcolo della % 😉 ! Siamo molto soddisfatti di come stia procedendo l’attività: oltre ai riscontri molto positivi in termini di partecipazione abbiamo registrato un’ottima crescita generale del profilo, sia quantitativa che qualitativa… naturalmente grazie alla natura stessa del progetto #MyBologna!

Un consiglio per chi si sta approcciando ora al mondo dello storytelling tramite Instagram?
Instagram è un social network e come tale ha le sue regole e best practices; vi lascio un tris di consigli evergreen:

  1. innanzitutto, fotografate senza timore… esercitarsi è un ottimo modo per mettersi alla prova, capire cosa va e cosa no, correggersi e migliorarsi progressivamente;
  2. cambiate punto di vista e di scatto… è importante allenare gli occhi a cogliere quel “qualcosa di nuovo” che si può celare anche in ciò che si vede sempre;
  3. imparate da “quelli bravi”… cercate di capire cosa e come fanno, non solo in termini di tecnica di scatto ma anche, anzi soprattutto, di coerenza compositiva!

PS: ah, e non dimenticatevi di taggare i vostri scatti con #MyBologna e #aroundBologna, a seconda che vi troviate in città o in provincia 😉

[Tweet “Cambia punto di vista e di scatto. Allena gli occhi a cogliere l’inaspettato nel quotidiano”]

Facebook
LinkedIn
Google+
http://magillaguerrilla.it/progetto-instagram-mybologna/
RSS
YouTube