guerrilla marketing disque denuncia

L’associazione di Rio de Janeiro Disque Denuncia ha costruito una finta notizia riguardante il primo incontro di MMA che vede sfidarsi un uomo e una donna.

Oggi vi raccontiamo una campagna di marketing sociale che è riuscita nell’intento di sensibilizzare un paese intero, il Brasile, grazie all’utilizzo sapiente di tecniche di newsmaking e di guerrilla marketing.

L’organizzazione no profit Disque Denuncia si occupa da tempo di denunciare i casi di violenza domestica e di portare all’attenzione dell’opinione pubblica un dato eloquente: ogni 90 minuti 1 donna è vittima di abusi da parte di uomo.

La Disque Denuncia ha deciso di percorrere le vie del non convenzionale dando vita ad un vero e proprio media hoax, in accordo infatti con alcune tra le più importanti associazioni sportive di MMA, l’organizzazione ha pensato di veicolare una finta notizia consistente nel primo incontro di MMA che vede sfidarsi un uomo e una donna.

La voce parte da uno dei team di MMA dello sfidante uomo: “il nostro Emerson Falcão è pronto a lottare contro Juliana Velasquez”.
Ne seguono locandine e comunicati ufficiali, la notizia in poco tempo acquisisce credibilità anche perché veicolata da voci autorevoli. I lottatori rendono l’operazione ancora più veritiera facendosi riprendere durante l’allenamento e rilasciando interviste ufficiali.

In Brasile l’MMA è considerato uno dei principali sport nazionali, non è possibile che debbano sfidarsi un uomo e una donna, alcuni infatti insorgono, c’è chi lo comunica attraverso i social network, compresi altri lottatori di MMA e chi si affida alle dirette televisive, la notizia varca i confini nazionali interessando anche i telegiornali statunitensi.

guerrilla_marketing_disque_denuncia03

Dopo mesi di preparazione Emerson Falcão e Juliana Velasquez sono pronti a lottare l’uno contro l’altro, per l’occasione viene prevista una diretta televisiva, tutti gli occhi sono puntati sui due protagonisti e nel momento di massima attenzione, proprio all’inizio del match, l’arbitro pone fine all’incontro e mostra i due striscioni che nel frattempo sono stati attaccati alla gabbia: “questa lotta non avverrà qui, ma sta avvenendo ora in un’altra casa: denuncia la violenza domestica“.
Emerson e Juliana si abbracciano di fronte agli applausi scroscianti dei presenti.

guerrilla_marketing_disque_denuncia02

Ed è qui che risiede la forza di questa operazione: la fase di reveal.
L’hoax viene smentito in diretta televisiva e nel momento di massima attenzione da parte del pubblico presente nell’arena e di quello seduto sul divano di casa, chiunque ha creduto alla notizia iniziale è entrato in contatto con il suo svelamento. Dopo questa fase avviene quella di consolidamento, partono i comunicati ufficiali da parte della Disque Denuncia che esce allo scoperto come autore dell’iniziativa.

Facebook
LinkedIn
Google+
http://magillaguerrilla.it/media-hoax-disque-denuncia-finto-incontro-mma-tra-uomo-e-donna/
RSS
YouTube